TUTTI AL MARE !

le spiagge storiche dell'anconitano

da Falconara a Portonovo


Teatro Sperimentale

Domenica 27 Aprile 2008

.FIORELLO GRAMILLANO, CARLO CECCATI, SANDRO

CENSI, PEPPE BARTOLUCCI, ORIETTA DE GRANDIS


Ancona e il mare, Ancona al mare. Immagini delle spiagge, del litorale, della città e delle abitazioni della costa. Ma anche pescatori, bagnanti, operai e gente comune che hanno fatto parte di quello che è il rapporto stretto ed indissolubile di Ancona con il suo mare.

Questi gli aspetti principali dell’incontro, organizzato dal Vecchio Faro, che si è svolto domenica 27 aprile al Teatro Sperimentale di Ancona.

Il Vecchio Faro da sempre dedica il suo appuntamento primaverile al vernacolo e allo spirito della città più popolare e vero.

Francesco Nagni, anima del Vecchio Faro ha voluto, con il Presidente Don Paolo Sconnocchini, organizzare un evento, quello di "Tutti al mare", per ripercorrere la storia della costa anconitana dalla fine del settecento ai giorni nostri. Una storia fatta da una società che nel  litorale ha trovato sostentamento ma anche svago.

In apertura della serata, dopo i saluti del Presidente della 1^ Circoscrizione Fiorello Gramillano, il Presidente del Vecchio Faro don Paolo Sconocchini, ed i componenti del Consiglio direttivo dell'Associazione presenti in sala (Franceco Nagni, Carlo Ceccati, Sandro Censi, Sauro Marini; assenti "giustificati" Pio Svegliarini e Claudio Desideri) hanno consegnato una targa ricordo a Claudio D'Orazio, sponsor con la "D'Orazio Assicurazioni", che con il suo sostegno economico ormai da anni permette al Vecchio Faro di regalare agli anconitani questi spazi di storia e di cultura popolare della città.

Nel corso della serata è stato possibile vedere le immagini dei primi stabilimenti balneari, ma anche i pescatori che in quelle spiagge trovavano il pane quotidiano per la loro famiglia e  gli operai che con le loro barche trasportavano materiali e cose da un luogo ad un altro della costa, quando trasferire via mare costava molto meno che via terra.

Le immagini hanno spaziato sulle spiagge di Falconara, di Palombina, del Passetto, di Portonovo attraverso il tempo, mostrando come sono state modificate dall’uomo, come sono cambiate le abitudini delle persone e dei bagnanti, come sono diversi da ieri questi luoghi.

I noti vernacolisti Peppe Bartolucci e Orietta De Grandis hanno animato gli intermezzi tra le varie proiezioni, alternando poesie ad aneddoti e racconti capaci di svelare aspetti meno conosciuti della vita popolare.

Sandro Censi, Responsabile dell’Archivio fotografico della città, ha  curato la proiezione delle immagini, permettendo di avere un ulteriore quadro di Ancona e del suo territorio; un quadro che Censi ha creato nei particolari per svelare di ogni foto l’elemento più interessante, dal punto di vista storico, ma anche  quello più divertente dal punto di vista popolare, per far conoscere e riscoprire ancora una volta la nostra città, le sue tradizioni, la sua gente.

 

Le immagini della serata