CON IL VECCHIO FARO ALLA SCOPERTA DELLE STRADE E DELLE PIAZZE STORICHE DI ANCONA

DOMENICA 9 MAGGIO ore 16.30

Teatro Sperimentale ad Ancona


GUARDA LE IMMAGINI


Vie, vicoli e piazze. Luoghi che hanno visto e vedono ogni giorno lo scorrere del tempo, la vita di una comunità, la storia di una città.

Luoghi di incontro, di passaggio in cui generazioni di persone hanno lasciato il segno del loro vivere quotidiano.

Chiacchiere, pettegolezzi, liti, amori, sofferenze, giochi, lavoro, corse e passeggiate. Come le arterie di un corpo vivo le vie sono la linfa che tiene viva una città e la sua società.

Storie, colori, architetture, aneddoti di un tessuto urbano che vede da sempre l’agglomerarsi di persone che per i motivi più disparati hanno deciso di vivere insieme, di lavorare, di costruire una città.

A queste vie e a queste piazze il Vecchio Faro ha deciso di dedicare il suo prossimo incontro, DOMENICA 9 MAGGIO, alle 16.30, al Teatro Sperimentale ad Ancona.

Un appuntamento al quale chi ama la sua città, o solamente vuole conoscerla meglio, non può non intervenire. Foto inedite di tanti luoghi più o meno noti, ricercate da Sandro Censi responsabile dell’Archivio storico fotografico della città di Ancona, verranno proiettate e raccontate nei particolari, nelle curiosità delle origini e delle evoluzioni. Segno di scelte urbanistiche, di eventi storici, della cultura tipica di chi questi luoghi.

Francesco Nagni, che da sempre è l’anima dell’Associazione “Il vecchio Faro”, ha voluto questo incontro con il Presidente Don Paolo Sconocchini, per porre l’accento sull’importanza che gli spazi cittadini hanno nell’esistenza degli uomini.

A presentare l’iniziativa la voce inconfondibile di Carlo Ceccati che più che un presentatore e un forziere di conoscenze antiche, molte volte dimenticate della cultura anconitana e dei suoi personaggi che non dovrebbero essere mai scordati.

Chi non ha radici, chi non ha ricordi non sa chi è, da dove viene, ne tanto meno dove sta andando. Conoscere nel profondo la propria città significa avere risposte ai tanti perché che a volte sfuggono nella frenetica vita di tutti i giorni e vedere vie, vicoli piazze e piazzette di Ancona significa anche per un attimo fermarsi e godersi la conoscenza e la bellezza di tanti luoghi noti, nascosti, dimenticati.

Il vernacolo anconetano farà da cornice alle immagini attraverso le voci inconfondibili di Corrado Medori, Peppe Bartolucci, Patrizia Falcioni. Tre nomi che sono tra i migliori interpreti del dialetto e della poesia che sta in ogni inclinazione dell’idioma. Sarà un pomeriggio di conoscenza e di cultura, di allegria e ricordi.

Sarà un modo per passeggiare virtualmente nella tua città, con altri ricordi, con altri occhi, altri pensieri. Per conoscerla meglio e apprezzarne di più il suo fascino e la sua bellezza.

Claudio Desideri